Salento

Il Salento è una regione peninsulare della Puglia sud-orientale sospesa nel Mediterraneo e protesa verso l’Oriente.

Il Salento geografico corrisponde alla vecchia Terra d’Otranto e perciò comprende tutta la Provincia di Lecce, quasi tutta quella di Brindisi e parte di quella di Taranto, secondo l’asse che congiunge Ostuni a Taranto. Si estende quindi dalla cosìddetta “soglia messapica” a Nord fino al capo Santa Maria di Leuca a Sud, tra il Golfo di Taranto (mar Jonio) a Ovest e il canale d’Otranto (mare Adriatico) ad Est.

Alle spalle la distesa del Tavoliere di Puglia, negli occhi ancora gli ultimi trulli che da Alberobello si diradano nelle campagne. Davanti il Salento, lingua di terra tra Jonio e Adriatico, appena mossa dalle Serre sassose (le Murge salentine).

A separarla dall’Oriente solo un braccio di mare. Poco più giù i vecchi parlano ancora il greco antico (griko o grecanico). Lungo il percorso a scendere fino a S. Maria di Leuca un fitto susseguirsi di distese di sassi calcarei al rosso cupo della terra dei campi, al bianco delle case, abbaglianti di calce nel sole.

Ponte Ciolo all'alba

Ponte Ciolo – Foto Franco Mantegani

Sul litorale, l’alternarsi continuo di arenili morbidi e bassi a una costa rocciosa sul mare limpidissimo, alta e ripida sul versante adriatico, bassa e morbida su quello jonico.

A dispetto della povertà d’acqua, ampie pinete e macchia mediterranea, ulivi giganti e carrubi vetusti.

A rompere la geometria di vigne e uliveti, torri normanne, castelli, masserie fortificate, dolmen, specchie, menhir, che ancora raccontano la storia antica di una terra senza frontiere, da sempre facile approdo di popoli in cerca di patria.

torrepali

Torre Pali – Foto Franco Mantegani

Chi scopre il Salento lo apprezza per l’atmosfera magica, le numerose meraviglie da scoprire, il sole caldo, il cielo blu, il mare cristallino, la costa da sogno dai mille disegni, larte barocca.

Per le foto presenti in questa pagina ringraziamo il fotografo Franco Mantegani e il sito Web Nelsalento.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *